mercoledì 26 aprile 2017

Strada stretta pedoni in difficoltà

Proteste da parte di alcuni residenti per il notevole incremento di traffico ciclabile che si sta registrando lungo la strada che dal centro abitato conduce a Ca' Roman. Essendo troppo stretta, spesso i pedoni si trovano in difficoltà.

Traghetti: vince Bertoldini. Certosa, in 200 alla campestre

Il campione di Pellestrina si aggiudica la sfida tra gondolieri, quarto Vignotto. Festa nell’isola e corsa nel parco 
  
Un 25 aprile all’insegna della tradizione, della festa e dello sport. Regata dei Traghetti in Canal Grande, organizzata dall’associazione gondolieri presieduta da Aldo Reato. Prima a tagliare il traguardo in Pescheria la gondola canarin di Andrea Bertoldini e Federico Busetto, al secondo posto il rosa di Guglielmo Marzi e Emanuele Follador, terzo il marron di Sebastiano Della Toffola e Riccardo Caenazzo, quarto il verde con il vincitore dell’ultima Storica Rudi Vignotto e Luciano Pellicciolli. Ultimi «impirai» Filippo Vedova e Alvise Nardin. Grande festa a Rialto e premiazioni, giudici di gara Franco Crea e Doriano Busetto.
All’isola della Certosa 200 atleti per la decima edizione della Corsa campestre, organizzata da Vento di Venezia e Venezia Thriatlon. A premiare la categoria bambini e ragazzi 12 atleti veneziani distintisi per i loro successi sportivi: Massimo Guadagni, Foscarina Ciceri, Alberto Sonino, Daniele Bullo, Andrea Darta Zambon, Paloma Morano, Nicola Zamuner, Michele Zambon, Mario Ceriani e Fabrizio Pescatori, Mauro Bonora, Alessandro Manente. Alberto Sonino, amministratore unico di Vdv ha salutato i partecipanti mostrando a famigòlie e atleti i lavori del Parco, ormai quasi conclusi. Nel pomeriggio prove gratuite di kajak organizzate da Venice kajak e Cajgo di San Basilio.
Risultati: Elementari femmine: 1° classificata Teresa Menin, 2° classificata Iris Conchetto, 3° Giada Gavagnin.
Elementari maschi: 1° classificato Federico Biguzzi, 2° classificato Samuele Gasparini e 3° Tommaso Heinrich.
Medie femmine: 1° classificata Linda Conchetto, 2° classificata Corinna Ponte, 3 Carolina Ceriani
Medie maschi: 1° classificato Giovanni Bonzio, 2° classificato Jonas Scaggiante, 3° Filippo Lardi
Per la categoria adulti, questi i premiati dal Presidente di Venezia Triathlon Federico Gera e dal Consigliere del
direttivo Venezia Triathlon Guido Rizzo:Adulti femmine: 1° classificata Loretta Bettin 2° classificata Paloma Morano Salado, 3° classificata Foscarina Ciceri
Maschi: 1° classificato Andrea De Stales, 2° classificato Stefano Zennaro, 3° classificato Massimo Guadagni. (a.v.)

martedì 25 aprile 2017

Incontro domani a Pellestrina sul Piano degli interventi

Domani a partire dalle 15 nell’aula magna della scuola media “Pietro Loredan” a Pellestrina si terrà l’incontro “Partecipa allo sviluppo della nostra città”. L’assessore comunale all’Urbanistica, Edilizia privata e Ambiente, Massimiliano De Martin, il delegato del sindaco alle Isole, Alessandro Scarpa Marta, e la presidente della V Commissione urbanistica ed edilizia privata, Lorenza Lavini, coadiuvati dai tecnici dell’Edilizia privata e Urbanistica del Comune, presenteranno l’avviso pubblico per il Piano degli interventi ai cittadini di Pellestrina, che è stato prolungato fino al 30 giugno. All’incontro sarà presente anche il presidente della Municipalità di Lido Pellestrina, Danny Carella.
La prima parte dell’incontro sarà dedicata ai cittadini che hanno bisogno
di informazioni dettagliate. Verranno chiarite anche le modalità per la presentazione delle domande grazie alla presenza di tecnici e dirigenti del Comune. La seconda parte dell’incontro, a partire dalle 17, sarà invece riservata al dibattito pubblico sul tema del Piano degli interventi.

Lido, allo stage di arti marziali si parla di Avis e donazioni

Un piacevole fine settimana all’insegna dello sport e dei valori della vita al Lido in occasione della giornata dedicata al sostegno delle iniziative dell’Avis comunale di Venezia e rivolta a tutte le associazioni e le società sportive della città. Al Lido, alla palestra “Olivi” delle Terre Perse, con l’organizzazione della Pgs Hyades pallavolo-karate, ad andare in scena sono stati i piccoli e piccolissimi atleti delle arti marziali con uno stage pomeridiano che ha ospitato più di cinquanta bambini, tenuto dai maestri Tiziano Carella del karate Pellestrina e Luigino Panciera della Pgs Hyades, e tutta la giornata dedicata alla sensibilizzazione, specie dei più giovani, alla donazione del sangue.
Alle premiazioni, davanti a un folto pubblico, ha partecipato anche il delegato
alle Isole del Comune di Venezia, Alessandro “Marta” Scarpa, che ha ricordato l’importanza per i giovani sia dello sport “pulito” che del partecipare attivamente alla vita della propria comunità, anche attraverso atti positivi come le donazioni di sangue attraverso l’Avis. (ma.to.)

Alleggerire il traffico agli Alberoni

Premesso che tutta la Laguna Sud non è servita da alcuna linea ACTV che colleghi via acqua Chioggia con Venezia, che lo stesso sindaco Luigi Brugnaro nel Piano degli Interventi invece si propone di incentivare per le isole anche a sostegno delle loro piccole località quando invece da decenni i collegamenti sono solo via terra con una linea 11 mista persone-veicoli, che è urgente mettere in sicurezza l'abitato e l'Oasi Alberoni spostando il Ferry – Linea 11 dalla Rocchetta in Via Ca' Rossa- Paese, che l'ARPAV faccia i dovuti rilevamenti sull'inquinamento atmosferico e acustico agli Alberoni Così come lo chiedono i residenti, non è auspicabile che per migliorare il servizio (ed evitare gli "assalti" domenicali e estivi) si pensi ad aumentare gli autobus della Linea 11, mezzi vetusti e non ecocompatibili. La 11, in rosso nel bilancio Actv, viaggia 24 ore su 24, garantito ogni ora anche il servizio notturno mentre due nuovi imbarcaderi sostitutivi del Ferry, costo 130.000 Euro, restano inutilizzati a S.M. del Mare e agli Alberoni. I 3.800 abitanti di Pellestrina, diversamente dai 16.600 del Lido il cui ferry di notte è sospeso, la terraferma in 25 minuti la possono raggiungere via Chioggia tanto che alcuni preferiscono la macchina averla parcheggiata là e se poi gravitano sul Lido e Venezia la stessa la lasciano agli Alberoni Rocchetta raggiungibile in 10 minuti. Se si considerano i tempi come da Orario Ufficiale ACTV: Chioggia – S.M. Elisabetta 1 ora e 15' ( Pellestrina- S.M. Elisabetta 45') ai quali saranno da aggiungere altri 30 minuti per arrivare a Venezia, ma a velocità sostenuta oltre i limiti di sicurezza previsti dal Codice Stradale e dal rispetto della salute degli abitanti nonché dell'ambiente, sarà da considerare seriamente e con urgenza la necessità di alleggerire nelle due isole il traffico automobilistico alternandolo con una linea di navigazione via acqua Chioggia – Venezia così come di liberare il centro abitato degli Alberoni spostando il Ferry in Via Ca' Rossa. 
Daniela Giadresco Alberon, Venezia

lunedì 24 aprile 2017

Rogo a Ca’ Roman Interrogazione del Pd in Regione


Il rogo forse doloso nell'oasi di Ca’ Roman arriva anche in Regione, con una interrogazione presentata dai consiglieri del Pd con la richiesta di chiarimenti. «L’ennesimo rogo a Ca’ Roman è preoccupante, anche perché l’area interessata è all’interno dell’Oasi di protezione gestita dalla Lipu e confinante con un sito che fa parte della Rete Natura 2000, quindi dall'importante valore ambientale», chiedono in un’interrogazione a risposta immediata i consiglieri regionali del Pd Andrea Zanoni, Bruno Pigozzo e Francesca Zottis «Secondo le informazioni fornite dal responsabile dell’Oasi Lipu esistono elementi che fanno pensare ad un incendio doloso, incendio che si è esteso per circa 2.260 metri quadri, mappati tramite Gps. Il canneto andato in fiamme è importante per l'ecosistema locale, anche perché è un punto di sosta per alcune specie ornitiche», spiegano gli esponenti Pd.
«E Ca’ Roman conserva, grazie al suo relativo isolamento, uno degli ambienti dunali più integri di tutto l'alto Adriatico. Su queste superfici è vietata per dieci anni la costruzione di edifici, strutture e infrastrutture finalizzate a insediamenti civili ed attività produttive oltre al pascolo e alla caccia,
per cinque le opere di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse pubbliche. Chiediamo perciò alla Regione se in quest’area la legge sia stata applicato nella sua interezza e, di conseguenza, siano stati messi in atto i vincoli pluriennali previsti». (ma.to.)

domenica 23 aprile 2017

Pellestrina, lezione di voga e di pesca con il grande Ciaci

A scuola da Ciaci nella remiera Pellestrina. Le classi dela scuola elementare Bernardo Canal hanno fatto visita l’altro giorno al grande campione. 82 anni, 300 bandiere rose vinte in carriera, Sergio Tagliapietra detto “Ciaci” è il più grande campione del remo vivente.
La curiosità dei bambini ha portato a una lezione all’aria aperta che si è protratta per tutta la mattina. Non soltanto le regate, la tradizione, le tecniche di voga. Ciaci ha raccontato anche la sua esperienza di seragiante, pescatore che in laguna si giadagnava da mangiare. All’età dei suoi piccoli allieci, circa 8 anni, Tagliapietra andava in caorlina con la famiglia di pescatori da Burano a Treviso per il Sile, a portare i prodotti alimentari della terra e della pesca.
Prova del remo per i bambini e prima per le maestre, tutte «promosse». Finale a sorpresa con l’esibizione delle trecento bandiere
rosse conquistate da Ciaci in mezzo secolo di onorata carriera, compresa la partecipazioni con la nazionale di canottaggio alle Olimpiadi di Tokio negli anni Sessanta.Alla fine, autografi e foto ricordo dei giovani studenti con il “monumento” vivente della voga veneta. (a.v.)

Visite e laboratori l’oasi di Ca’ Roman oggi apre le porte

In occasione della Festa delle oasi e delle riserve, la Lipu veneziana aprirà oggi al pubblico l’oasi di Ca’ Roman. Il tutto a pochi giorni da un incendio di origine probabilmente dolosa che ha danneggiato parte della riserva naturale a sud di Pellestrina.
La festa di quest’anno al mattino sarà intitolata “Storie che strisciano e storie che volano”: sono previste visite guidate speciali ascoltando i canti degli uccelli e cercando i protagonisti striscianti della riserva. Dalle 9.30 alle 10 è prevista l’accoglienza delle persone e la registrazione all’ingresso dell’oasi. A seguire fino alle 12.30, visite e attività di educazione ambientale a tema e i giochi nel verde.
Il pomeriggio sarà invece dedicato alle “Storie degli alberi, delle ghiande, delle orchidee e dei licheni” per capire la storia di Ca’ Roman e delle sue piante, in uno degli ultimi posti al mondo dove si osservano le rarissime comunità vegetali delle dune adriatiche. La registrazione dei partecipanti in questo caso avverrà dalle 14.15, un quarto d’ora più tardi inizieranno le visite guidate e le altre attività in programma.
L’ingresso è libero, ci sarà anche la possibilità di iscriversi alla Lipu con una promozione speciale, valida solo in questa data. In caso di pioggia, l’iniziativa verrà spostata a domenica 30 aprile. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 340.6192175. (s.b.)

Il Consiglio dei ragazzi ha discusso di cinema

Il Consiglio dei ragazzi si è riunito venerdì al Centro soggiorni Morosini degli Alberoni per scoprire le potenzialità della struttura. È stata inoltre discussa la possibilità che la prossima estate a Pellestrina venga organizzato un ciclo di proiezioni cinematografiche. Il prossimo consiglio è fissato per il 22 maggio e si parlerà della realizzazione di un percorso ciclabile che permetta ai cicloturisti di ammirare i luoghi più importanti e significativi delle due isole.

mercoledì 19 aprile 2017

I turisti all’assalto di Pellestrina vaporetti e autobus vanno in tilt


Il weekend di Pasqua per Pellestrina è stato ottimo in termini di presenze turistiche, con ristoranti e bar che hanno funzionato a pieno regime, ma l’altra faccia della medaglia è stato un lungo insieme di problemi sul fronte dei trasporti. Nelle giornate di Pasqua e Pasquetta, l’isola è stata presa di mira da turisti pendolari che sia a piedi che in bicicletta hanno scelto la località per trascorrere una giornata di relax tra mare e laguna. I problemi hanno riguardato però i collegamenti con gli autobus della linea 11 per raggiungere il Lido e il vaporetto tra Pellestrina a Chioggia.
«Nei giorni antecedenti alle festività, i comitati e le associazioni di Pellestrina si erano già mossi per tempo chiedendo ad Actv il potenziamento della linea 11 con almeno un mezzo aggiuntivo, ma ciò non è avvenuto e le persone sono rimaste a terra, loro malgrado costrette ad attendere quello successivo», segnala Lorenza Vianello, presidente dell’associazione Forti Murazzi, «I cittadini si chiedono se Actv abbia fatto dei monitoraggi sui flussi nelle giornate festive, tenendo conto di tutti gli abbonati e delle migliaia di passeggeri. Ci si chiede anche perché non venga potenziato il servizio con un autobus aggiuntivo». La questione è ormai in piedi da tempo perché i residenti e le associazioni dell’isola hanno più volte protestato con il Comune e Actv anche per le fasce di utilizzo dei pendolari e degli studenti, specie in andata al mattino.
Spesso è stato segnalato anche l’incremento di turisti provenienti da Chioggia che raggiungono il Lido e Venezia attraverso Pellestrina. Lunghe code infatti si sono create al pontile del vaporetto che da Chioggia arriva sull’isola nel corso delle due ultime giornate di festa. Actv ha in passato
svolto verifiche e conteggi dei passeggeri nelle varie fasce orarie e talvolta anche aggiunto dei mezzi. In certe situazioni, come nello scorso fine settimana, i flussi sono aumentati oltre le previsioni. Da Forti Murazzi la richiesta di ulteriori verifiche e accorgimenti. (s.b.)