martedì 20 marzo 2018

Raccolta differenziata al via consegna chiavi per le calotte

In vista della raccolta differenziata che comincerà a Pellestrina da domani, gli abitanti che ancora non l’hanno fatto, potranno ritirare le chiavette necessarie per aprire le calotte sui cassonetti del rifiuto secco domani, giovedì 22 e venerdì 23 dalle 10 alle 12. La consegna si terrà nella sede della municipalità di Pellestrina, sestiere Zennari 639. Per ricevere la chiavetta, i cittadini dovranno presentare la lettera già recapitata. In caso di smarrimento, serve avere con sé un documento di identità e l’ultima bolletta pagata della Tari. Da mercoledì 21 marzo debutterà il nuovo metodo di raccolta che prevede l’uso dei cassonetti con calotta per il secco e la raccolta dell’organico. Un sistema già collaudato in tutta la terraferma del Comune di Venezia e al Lido. I risultati, in termini di raccolta differenziata, sono buoni: in terraferma a gennaio scorso è arrivata al 67,30%; al Lido, dove questo sistema è in vigore da 3 anni, è al 62%. In un pieghevole spedito agli abitanti di Pellestrina, conclude Veritas, è stato
illustrato il nuovo metodo di raccolta e fornita qualsiasi altra informazione utile per differenziare i vari rifiuti. Insieme a questo, è stato spedito anche un invito personalizzato per ritirare la chiavetta necessaria ad aprire le calotte sui cassonetti. (e.p.)

venerdì 16 marzo 2018

Raccolta differenziata anche a Pellestrina

Anche Pellestrina sperimenterà la raccolta differenziata dei rifiuti. L’isola era uno degli ultimi luoghi della laguna dove ancora mancavano i cassonetti a calotta con le chiavi, e nelle ultime ore Veritas ha organizzato alcuni incontri con la cittadinanza per spiegare le nuove modalità di impiego e di raccolta delle immondizie. A tutti i nuclei famigliari è stata consegnata la chiave per poter utilizzare i nuovi contenitori a calotta, come da lungo tempo avviene in terraferma. Ai cittadini sono stati anche dati dei piccoli contenitori per l’umido da poter utilizzare in casa. La Municipalità ha messo a disposizione la propria sede per la distribuzione dei materiali e per gli incontri in cui sono stati spiegati i nuovi termini della raccolta. «Siamo molto soddisfatti di questo ulteriore passo avanti» ha detto il presidente municipale, Danny Carella. «Finalmente anche Pellestrina si mette al passo con questo progetto, e comunque noi rimarremo a disposizione della cittadinanza per eventuali problematiche come la richiesta di nuovi contenitori oppure lo spostamento dei cassonetti e delle isole ecologiche, qualora fossero necessarie delle modifiche agli schemi iniziali. I cittadini avranno a disposizione i contenitori per il secco a calotta, per vetro e plastica, carta e naturalmente l’umido. Ora non resta che sperare che le cose possano funzionare bene anche a Pellestrina, fermo restando che in alcune aree permane il problema degli abbandoni di rifiuti ingombranti, come ad esempio
nelle zone limitrofe ai cimiteri. Veritas ha ben spiegato a tutti che esiste il servizio di recupero gratuito a domicilio, ma in molti credono ancora che quei materiali, come mobili o elettrodomestici, sia meglio abbandonarli per strada o nei campi».  
Simone Bianchi

giovedì 15 marzo 2018

La laguna di Venezia "autogrill" per gli uccelli migratori: anche le rare cicogne nere

Lo staff della Lipu di Ca' Roman segnala giorni eccezionali per il misterioso e affascinante migrare delgi uccelli 
 
L'8 marzo è stata una giornata eccezionale di migrazione, per gli uccelli delle oasi protette in laguna di Venezia: un fenomeno osservato dagli esperti ornitologi ed appassionati in queste settimane che precedono la primavera.
Lo segnala lo staff Lipu dell'oasi di Ca' Roman: "La migrazione è fenomeno ancestrale e naturale, porta, per sopravvivere, intere popolazioni animali a spostarsi da un luogo all’altro", spiegamo mostrando le magnifiche foto scattate in questi giorni,, "gli uccelli sono indiscutibilmente i maestri di questo fenomeno, grazie alla loro conformazione e all’evoluzione".
Lo staff tecnico LIPU, in Ca’ Roman, sta svolgendo le consuete attività inerenti il monitoraggio dei flussi nella Riserva.
 "Poiane, falchi di palude, albanelle reali sono i rapaci più facilmente osservabili in questo periodo migratorio", spiegano, "a decine si fermano in volo sopra l’isola per sfruttare le correnti termiche ascensionali che si formano sopra le dune. Nei cieli sopra il mare, infatti, questo fenomeno non si si apprezza con tale intensità".
Parallelamente prosegue il passaggio dei colombacci e, nella zone della pineta, dei passeriformi: tordi, merli, fringuelli e peppole.
 La vera sorpresa è stato il passaggio di due belle e rare cicogne nere: "Questi due uccelli", spiegano, " si sono ritrovati a sfruttare le correnti d’aria sopra Ca’ Roman proprio in contemporanea con le gru , un esemplare di Nibbio Reale e qualche decina di altri rapaci tra poiane e falchi di palude, nel complesso uno spettacolo come poche volte accade".
Nella stessa riserva si possono  contemplare anche tutti quei limicoli, uccelli che rimestano nel fango, che in questi giorni di migrazione sfruttano le risorse di cibo della spiaggia come in un autogrill lungo l’autostrada. In questi giorni nella spiaggia si posso o infatti vedere molti piovanelli tridattili (in viaggio fino al circolo polare artico e oltre) e le elegantissime beccacce di mare.
E’ stato possibile, inoltre, ammirare più di un centinaio di magnifiche gru. Emblema della migrazione, nella loro tipica formazione a V, nel loro lungo viaggio verso l’Europa continentale dove, nelle radure e steppe nordiche, andranno a ritrovare il proprio partner per la stagione riproduttiva, tardo primaverile.
Avendo anch’esse sfruttato le correnti calde ascensionali, hanno a lungo veleggiato, sopra la Riserva, con la loro imponente conformazione alare, prima di proseguire con volo direzionale.

Sigilli a 4 quintali di vongole non depurate

Chioggia. Blitz dei carabinieri nel centro di spedizione di Pellestrina. Erano destinate ai ristoranti 
 
Ancora un importante sequestro di vongole di mare non depurate da parte dei Carabinieri di Chioggia e destinate ai ristoranti locali. La motovedetta “CC 803” , è intervenuta nel corso di controlli finalizzati alla prevenzione e repressione della pesca e commercializzazione di prodotti ittici in violazione alle normative che prevedono l’identificazione e la depurazione delle vongole raccolte e poi immesse nel mercato.

A cadere nella “rete” stavolta è finito un cinquantunenne veneziano, intercettato al centro di spedizione e depurazione molluschi di Pellestrina con 400 chilogrammi di vongole che, attestando il falso, il pescatore aveva dichiarato di averle raccolte in un ambito marino che non richiede un processo di depurazione prima della commercializzazione. In realtà proprio i carabinieri avevano sorpreso il pescatore, il giorno precedente, raccogliere i molluschi in un tratto acqueo che invece rende obbligatorio proprio il processo depurativo. Lo stesso pescatore aveva già immesso una partita pari a 100 chilogrammi delle stesse vongole al mercato ittico di Chioggia, che però sono state immediatamente intercettate e recuperate prima che le stesse fossero vendute. Proprio alcuni giorni fa, durante il processo a seguito degli arresti avvenuti nel 2014 durante l’operazione “Laguna Reset” , che però riguardava la pesca di vongole veraci (caparozzoli), il biologo marino Otello Giovanardi, responsabile dell’Ispra di Chioggia, chiamato a testimoniare in aula, aveva puntualizzato come sia pericoloso per la salute consumare bivalvi raccolti in acque non sicure che però nulla hanno a che

vedere con le vongole di mare trovate nell’imbarcazione del pescatore veneziano e finite nel mirino della motovedetta dei carabinieri. Le vongole sequestrate, che si attestavano su di un valore commerciale di duemila euro, sono state riversate in mare. 
Daniele Zennaro

sabato 3 marzo 2018

Autobus elettrici entro il 2019

Lido sempre più “green”. L’alimentazione potrebbe servire anche ai residenti 
 
E’ un’isola sempre più ‘green’, il Lido che si profila all’orizzonte. Il progetto del trasporto pubblico su gomma totalmente elettrico sarà realtà dal 2019, ma le ricadute positive potrebbero esserci anche in termini di traffico privato, come conferma anche l’assessore comunale al Bilancio e alle Partecipate, Michele Zuin. «Partiamo dal presupposto della volontà del sindaco di concentrare sul Lido la trentina di autobus elettrici che si andranno a sperimentare tra un anno - afferma Zuin - un progetto che permetterà di assicurare ai lidensi meno inquinamento e mezzi più moderni a bordo dei quali circolare. Ma per garantire questo servizio, sia al Lido che a Pellestrina dovranno essere installate varie colonnine di alimentazione elettrica, così da garantire la ricarica ai mezzi pubblici. Calcolando che tra le nostre idee c’è anche quella di riproporre e rilanciare il car sharing tramite Avm, dopo quella che era stata la fase di sperimentazione fatta proprio al Lido ma poi accantonata, ecco che i residenti avrebbero già due valide opportunità di mobilità elettrica e senza inquinamento». Però qui si inserisce un ulteriore passaggio. «Preciso subito, onde evitare polemiche - aggiunge l’assessore Zuin - che non c’è nulla al momento sulla carta e di sicuro, ma visto che sulle due isole verrebbero installate più colonnine di rifornimento elettrico, magari molti lidensi o pellestrinotti che usano l’automobile solo sulle due isole, dovendo cambiare auto in futuro magari potrebbero passare all’elettrico. E a quel punto il livello di inquinamento continuerebbe a scendere in un’ottica di trasporto sempre più ecologico». Le colonnine di ricarica verrebbero messe ovviamente agli estremi del Lido, a Santa Maria Elisabetta e in altri punti cardine del trasporto pubblico per l’isola, così come al terminal del vaporetto per Chioggia, a Pellestrina, dove fa capolinea il mezzo di linea 11 che poi raggiunge su gomma il Lido. «Il
Lido e Pellestrina potrebbero diventare un campo sperimentale ulteriore da cui trarre spunti in favore di tutta la città - conclude Zuin - Ma ripeto, in questa fase il passaggio legato al traffico privato è solo un’idea che potrebbe svilupparsi come nuova opportunità». (s.b.)

sabato 17 febbraio 2018

«Una targa per la scuola Loredan»

Il Consiglio dei ragazzi guidato da Mattia Bonora si è riunito giovedì 

 Ieri nella sala Consiliare della Municipalità del Lido e Pellestrina spazio ai più giovani, con il consiglio municipale dei ragazzi, guidato dal giovanissimo Mattia Bonora, della terza media della scuola “Pietro Loredan” di Pellestrina, che si è riunito per dare la propria opinione, convocato dal consigliere “effettivo” Alessandro Ruben Strozzi, delegato alle politiche giovanili, su una delle problematiche principali delle isole: il trasporto pubblico, che per i ragazzi è tema essenziale, specialmente in caso di nebbia, acqua alta e scioperi. La seduta, che è stata molto partecipata, ha visto l’interesse focalizzarsi soprattutto su alcuni suggerimenti all’Actv e all’amministrazione comunale che ora sarà cura del consigliere Strozzi e del presidente Carella comunicare ai responsabili. I ragazzi hanno, inoltre, preparato una lettera, controfirmata dal consiglio “ufficiale”, che richiede l’emissione di una targa nuova per la scuola “Loredan” di Pellestrina. Il consiglio dei ragazzi delle due isole, presieduto da Mattia Bonora, è formato da 21 rappresentanti scelti dalle due scuole medie di Lido e Pellestrina. A farne parte sono, in rigoroso ordine alfabetico, per la Loredan Matteo Busetto, Luca Scarpa Asia Vianello e GiadaVianello e per la Pisani Mattia Bullo, Michele Capasso,
Margherita Ghezzo, Martina Michieli, Karina Motoroi, Riccardo Parma, Francesca Piroscia, Edoardo Pregnolato, Monica Sabbadin, Giacomo Sambo, Filippo Santolini, Enrico Scarpa, Nicolò Scarpa, Matteo Stocchetti, Leonardo Virgulto e Gian Franco Yadali.
Massimo Tonizzo

venerdì 16 febbraio 2018

«Il Carnevale è stato un successo»

Ci sono stati grandi festeggiamenti a Pellestrina per l'ultimo giorno di Carnevale nella piazza del Sestier Busetti, con una giornata molto partecipata, dedicata ai più piccoli ed organizzata dall'associazione "Onluss Forti Murazzi" assieme alle mamme e ai nonni dell'isola, in collaborazione con il Comune e alla presenza del consigliere delegato ai rapporti con le isole Alessandro Scarpa "Marta". La festa, che si svolge da oltre quarant'anni il martedì grasso, è una delle tradizioni più amate dell'isola di Pellestrina, e la presenza massiccia di maschere, partecipanti e figuranti, in costante crescita anno dopo anno. «La cosa più bella», spiega il consigliere Scarpa. «È stato vedere bambini e ragazzi ballare instancabilmente tutto il pomeriggio assieme ai genitori e agli animatori. Parlare di belle feste, di ambiente positivo, di isola felice non può che portare del bene a tutta Pellestrina. Un grazie sincero a tutti i volontari che hanno collaborato per preparare i banchetti dell'animazione, le frittelle, la musica e tutta la coreografia. Questo è quello di cui abbiamo bisogno». (ma. to.)

giovedì 15 febbraio 2018

Tessarollo in visita a Pellestrina

Il vescovo ha trascorso una settimana tra fedeli e abitanti della sua diocesi 
 
Una benedizione durata una intera settimana e che ha riguardato tutte le realtà dell’isola, da quelle religiose alle sportive, con l’incontro con i rappresentanti della politica locale e l’impegno comune a rendere l’isola di Pellestina una realtà felice e portatrice di sani valori per le nuove generazioni. Con uno scambio di opinioni e l’incontro con i più piccoli al santuario della Madonna dell’Apparizione si è conclusa l’intensa settimana di visita del vescovo di Chioggia, monsignor Adriano Tessarollo, alle varie realtà della comunità di Pellestrina, isola che vive questa “realtà sospesa” di essere legata alla città di Venezia ma religiosamente connessa a una diocesi diversa. A dare il via alla settimana (con monsignor Tessarollo che non si è limitato alle visite, ma ha alloggiato e dormito a Pellestrina per l’intero periodo), la celebrazione a Sant’Antonio con il battesimo della piccola Emily; poi le visite all’arcipretale di Ognissanti (con i bambini incuriositi a tempestare il vescovo di domande), a Santo Stefano e agli ammalati di San Pietro Agli incontri liturgici sono seguiti anche momenti di ascolto delle realtà del territorio: pescatori, operatori della casa di ospitalità di Santa Maria del Mare, rappresentanti delle associazioni culturali e sportive, fino all’appuntamento con i rappresentanti della Municipalità, il presidente Danny Carella e il consigliere Marco Vianello, e del comune, il delegato alle isole Alessandro Scarpa. «Le tradizioni di Pellestrina», spiega Scarpa, «Hanno basi solide in una realtà unica e importante. Per questo sono sicuro che questo è solo il primo di una serie di incontri per alimentare tutto quello che di buono c’è nell’isola e che non si deve perdere». «È stato un incontro sincero e utile», prosegue Danny Carella, «Dal quale esco con la rinnovata convinzione che aver l’onere di amministrare significa anche avere la responsabilità di tener alti determinati valori morali che non dovremmo mai perdere di vista: umanità, solidarietà,
fraternità. Da questo incontro esco rafforzato, rincuorato e fiducioso per la prosecuzione del mio impegno amministrativo e con la convinzione che, lavorando bene assieme e con i giusti valori, sia possibile fare il meglio per la propria comunità».
Massimo Tonizzo

domenica 11 febbraio 2018

Sfilata di carri e giochi gonfiabili

Il Carnevale entra nel vivo anche sulle isole, con Lido e Pellestrina, ma anche S. Elena, pronte a vestirsi in maschera per numerose iniziative in favore soprattutto dei bambini. Le feste di Carnevale a Pellestrina vedono in prima linea volontari, comitati locali e naturalmente Comune, Vela e Municipalità. Ieri a San Pietro in Volta è toccato ai carri mascherati sfilare lungo le strade. Per tutta la giornata di oggi a Portosecco, nell'area del palasport, spazio invece ai giochi gonfiabili con iniziative per i più piccoli, frittelle e galani, il tutto promosso dal comitato S. Antonio e dalla locale parrocchia. Domani alle 17 verrà invece allestito uno spettacolo con la compagnia teatrale I Girasoli, e appuntamento al patronato di San Pietro in Volta. Infine martedì è in programma una festa a sorpresa dedicata ai bambini. Tutti appuntamenti con ingresso gratuito per i residenti e i turisti di passaggio.Nella giornata di martedì anche a Malamocco sarà festa grande per i bambini, con il tradizionale appuntamento di Carnevale in patronato organizzato dalle associazioni locali, con spazio alle maschere, ai dolci e ai giochi per i più piccoli per tutta la giornata. Si è rivelato invece un grande successo la festa organizzata dall'Istituzione Centri di Soggiorno al Centro Morosini degli Alberoni. Gli oltre 140 partecipanti hanno trascorso l'altro ieri un pomeriggio in allegria grazie all'animazione musicale di Vincenzo Vianello, alla tradizionale tombola con ricchi premi, e ai galani e alle frittelle offerti a tutti. Altre iniziative tra oggi e martedì caratterizzeranno il centro del Lido, grazie all'impegno di associazioni e volontari dell'isola che si prestano sempre per questi appuntamenti. A seguito del grande successo delle ultime feste organizzate durante il Natale e l'Epifania, nella pineta di S. Elena questa mattina ci sarà spazio per il Carnevale per bambini, con la collaborazione del comitato residenti e la partecipazione di Marina e Roberto Guadagnin. Saranno offerte frittelle e galani a tutti i presenti, ed è prevista animazione con palloncini e bolle di sapone.
Simone Bianchi

giovedì 1 febbraio 2018

Ufficio dei vigili aperto ogni venerdì «Ampliare l’attività»

Decine di segnalazioni e richieste per i più disparati motivi. Si sta rivelando un successo la presenza della Polizia municipale a Pellestrina, che negli ultimi due mesi è tornata ad avere un ufficio sull’isola, aperto ogni venerdì dalle 9 alle 13. Dopo le richieste della Municipalità, gli agenti stanno garantendo una presenza fissa che ha trovato anche la soddisfazione degli abitanti, non più costretti a prendere l’autobus e il ferry boat per raggiungere il comando del Lido e perdere così due o tre ore per un modulo o altra pratica.

«Sono decine le persone che si sono recate il venerdì nell’ufficio messo a disposizione nella sede municipale di Pellestrina», sottolinea il presidente della Municipalità, Danny Carella. «La dimostrazione che la presenza dei vigili è preziosa per i più diversi motivi: dalle segnalazioni di problematiche legate alla viabilità e ai cartelli, alle pratiche

o domande per edilizia privata, rifiuti, contrassegni per disabili e molto altro ancora. Si dovrà valutare se ampliare il servizio. Nei prossimi mesi cercherò di parlarne con il comandante Marco Agostini, visto l’incremento di attività che si registra sempre in estate». (s.b.)